Impotenza Maschile: il deficit erettile

L’impotenza maschile o disfunzione erettile, è una disfunzione sessuale primaria della fase dell’eccitamento maschile, normalmente denotata come deficit erettile; molto frequente nelle società occidentali, consiste nell’inabilità di sostenere e mantenere un’erezione sufficiente al coito.
In particolare, vi può essere la difficoltà a ottenerla (erezione parziale) o a mantenerla (erezione fugace).

Non bisogna allarmarsi in caso di deficit erettili sporadici ed occasionali, ma è da questi sintomi che può svilupparsi una disfunzione durevole per ansia e mancanza di sicurezza in se stessi (come l’ansia di prestazione).

L’origine psicologica può situarsi a tutti i livelli, dal più superficiale (come quello accennato) al più profondo (conflitti di origine infantile). L’elenco dei farmaci potenzialmente in grado di influire negativamente sull’erezione è in continuo aumento ed è compito del medico curante scegliere, se possibile, i meno dannosi.


Disfunzione Erettile Cause

Il disagio psicologico in un rapporto di coppia può essere la causa di problemi più o meno gravi di impotenza e scarso desiderio sessuale da parte della donna.

L’impotenza maschile è riproposta ossessivamente dai vari mass media, il problema sembra molto diffuso nonostante l’impegno e la ricerca in campo medico-farmacologico che ha portato alla messa in commercio di vari farmaci per contrastare la caduta della virilità: Viagra, Cialis, Levitra e i loro generici sono ormai alla portata di chiunque soffre di questa disfunzione sessuale.

La silenziosa rassegnazione con cui è trattato il problema femminile invece, ben si adatta a una cultura, in Italia in particolare, in cui il moralismo religioso la fa da padrone.

L’impotenza e la “frigidità” raramente hanno cause organiche (di solito perché associate ad altre condizioni), più normalmente investono l’aspetto psicologico della sessualità di coppia. Si può sintetizzare il problema come una carenza nel rapporto tra uomo e donna.

Le difficoltà personali che esprimono questi tipi di problematica mettono in gioco la capacità di guardarsi dentro, farci perdere la fiducia in noi stessi e la gioia di vivere il rapporto di coppia.

Importante non drammatizzare particolari momenti della vita con il partner in cui possono susseguirsi normali e fisiologici cali del desiderio con conseguente momentanea “impotenza” da parte dell’uomo e scarso interesse verso il sesso da parte della donna.

La mancanza di sintonia e crisi di rapporto accadono spesso tra due persone, è importante perciò non sentirsi in colpa ma comprendere e cercare di risolvere i problemi manifestati nella sfera sessuale, superare gli eventuali blocchi o paura del sesso.

Tra i fattori di rischio che possono aumentare la possibilità di soffrire di queste disfunzioni a livello organico, ricordiamo: stress, fumo, ipertensione, diabete, neuropatia alcolica, malattie vascolari, neurologiche e andrologiche.

I fattori di rischio dell’impotenza maschile sono:

  • età, invecchiamento
  • alimentazione sbagliata
  • obesità
  • diabete
  • tabagismo


Sintomi dell’Impotenza Maschile

Detto del fondamentale aspetto psicologico, nell’uomo l’impotenza di esplicita con una potenza sessuale debole e carente, manifestata in modo evidente con la mancata erezione del pene e/o l’eiaculazione precoce.

Nella donna invece il problema è vissuto con una freddezza e disinteresse verso non solo il sesso, ma anche il rapporto interumano con il proprio partner.

Generalmente i sintomi dell’impotenza sono:

  • difficoltà ad ottenere un’erezione
  • erezione debole
  • problemi a mantenere l’erezione

Questi disturbi possono essere direttamente collegati con l’inibizione al sesso e scarso desiderio sessuale, problemi d’eiaculazione (eiaculazione precoce, eiaculazione ritardata, eiaculazione retrograda) o difficoltà nel raggiungere l’orgasmo.


Deficit Erettile: Rimedi naturali

Il primo passo per affrontare terapeuticamente questo disturbo è provare a capirne l’origine: una volta escluse o controllate eventuali cause organiche o farmacologiche, il compito del terapeuta sarà quello di individuarne le radici individuali, relazionali o di coppia.

Nei casi di origine organica la terapia sarà medica (quella della malattia di fondo), chirurgica (come nei casi di malformazioni, o vascolari) o a base di farmaci vaso-attivi.

Se non ci si sente in grado al momento di affrontare un qualsiasi tipo di terapia, si può provare con qualche rimedio erboristico online come i nostri prodotti contro l’impotenza: Viazur, Viazur Gold e Eredin.


Erezione Maschile

Ma che cos’è l’erezione?

L’erezione maschile è l’evento riflesso sotto controllo psico-neuroendocrino, che costituisce la fase dell’eccitamento nel maschio.

Come avviene l’erezione negli uomini?

Il pene eretto è tale quando la vasodilatazione delle arterie nei corpi cavernosi permette un improvviso afflusso di sangue al pene, permettendone l’allargamento e l’allungamento. Poiché l’albuginea è una guaina fibrosa inestensibile, tale aumento di volume nei corpi cavernosi determina un aumento di pressione, e quindi il blocco del deflusso venoso: la tumescenza si trasforma così in rigidità, presupposto indispensabile per la penetrazione.

Cosa sono i corpi cavernosi?

Il corpo cavernoso è in sostanza l’organo erettile del membro maschile e della clitoride nella donna. I corpi cavernosi sono due “camere” piene di tessuti spugnosi che corrono su tutta la lunghezza dell’organo.
Il sangue scorre dentro e riempie gli spazi aperti in questo tessuto spugnoso per creare un’erezione.


Informazioni generali sull’erezione maschile

Durante l’erezione il glande si scopre; è importante a tal fine che il prepuzio sia elastico e il frenulo sufficientemente lungo affinché si verifichi dispareunia.

L’erezione non è controllata volontariamente, è invece un complesso e particolare meccanismo che bisogna dell’integrazione di vari fattori: ormonali, psichici, vascolari (vasodilatazione arteriosa e veno-costrizione) e neurologici, sui quali può agire la volontà.

Pertanto, per realizzarsi presuppone l’integrità di tutti questi apparati.

Il sistema ortosimpatico mantiene normalmente il pene flaccido ed è lo stimolo erettile che lo rimuove dal suo tono adrenergico.

Dopo la detumescenza riprende il tono inibitorio e si entra nel periodo refrattario.

Il modo in cui funziona l’erezione maschile è una scoperta recentissima ed è di basilare importanza, in quanto permette di chiarire i deficit erettili da stress (e quindi da ipertono simpatico), sia perché consente lo studio e la ricerca continua di nuove sostanze impiegabili in diagnostica e in terapia.

L’erezione può essere:

  • psicogena
  • riflessa

L’erezione psicogena è attivabile tramite fantasie o stimoli tattili, olfattivi, visivi;
è condizionata dal simpatico toracolombare e può perdurare in caso di lesioni del midollo al di sotto della seconda vertebra sacrale.

L’erezione riflessa si ottiene tramite stimolazione tattile genitale o da altri stimoli derivanti dal retto e dalla vescica.

Durante l’arco della vita l’uomo ha delle erezioni notturne spontanee in concomitanza con le fasi REM del sonno; la dimostrazione di queste erezioni o di quelle mattutine, è di fondamentale importanza nell’inquadramento dei deficit erettili.

L’erezione ha forme e caratteristiche differenti a livello fisiologico e ciò è dovuto all’età: da giovani si hanno erezioni spontanee frequenti che insorgono velocemente, e sono molto valide, mentre da anziani le erezioni sono meno frequenti, specie quelle spontanee, si impiega più tempo ad ottenerle e spesso sono meno valide, ma in compenso il riflesso eiaculatorio è più lento, e quindi la fase di piacere massimo può essere più duratura, la detumescenza è molto più rapida, e il periodo refrattario più lungo.


Disfunzione Sessuale 

È l’inadeguatezza o disturbo che caratterizza una o più fasi del ciclo sessuale per cui l’esperienza risulta insoddisfacente per uno o entrambi i partner.

Può essere primaria, cioè esistita da sempre, o secondaria; situazionale (cioè si verifica in determinate situazioni, o solo con alcuni partner), o assoluta.

Le cause della disfunzione sessuale possono essere organiche (malattie, traumi), oppure psicologiche (ansia, paura, depressione, inadeguata comunicazione di coppia).

Nel caso in cui la disfunzione sessuale abbia origine psicologica o relazionale è possibile, e consigliabile, rivolgersi a un terapeuta che aiuti la coppia o la singola persona, in primo luogo a identificare l’origine del problema e in seguito ad affrontarlo con strumenti adeguati come le terapie sessuali.

La disfunzione sessuale è diversa a seconda del ciclo sessuale in cui si presenta:

  • Nella fase del Desiderio si manifesta come mancanza del desiderio (inibizione al sesso)
  • Nella fase dell’Eccitamento come disfunzione erettile (impotenza)
  • Nella fase dell’Orgasmo come eiaculazione precoce o eiaculazione ritardata

Altre motivazioni: Dispareunia, fobie sessuali.


Fonti:
- Enciclopedia della medicina De Agostini

Potrebbe Interessarti anche: